Avevo 12 anni quando ho visto per la prima volta Iron Man I. Il miliardario filantropo Tony Stark era riuscito ad incantarmi. Da allora per mesi non pensai ad altro se non alle Stark Industries. Poi imparai che il mio cognome si poteva tradurre in inglese. Salici diventa Willows. Il gioco era fatto. Per i sei anni successivi ho pensato cosa potevano rappresentare. Oggi posso dire che è il nome che attribuisco ai miei studi informatici e artigianali. Potrei dire anche che è un colosso internazionale potentissimo, ma mentirei…